breath (un ritratto)

Installation view, Perché non sono riuscito mai a nuotare ho deciso di volare, Federico Bianchi Gallery, Milano. Ph Giuseppe Fanizza

La serie breath è un innesco scultoreo. Un workinprogress che prevede la realizzazione di più strutture attivabili dal fruitore che voglia affidarsi ad esse, per compiere un micro-movimento di rimbalzo orizzontale, un respiro che ribalta la prospettiva verticale.

Breath (un ritratto) I e II sono un’omaggio all’artista Bert Theis, mio maestro e amico. Le due strutture sono state realizzate insieme agli operai della fabbrica recuperata Rimaflow di Milano, con la quale Bert ha collaborato attivamente.

The breath series is a sculptural trigger. A workinprogress that involves the construction of multiple structures that can be activated by the user who wants to rely on them, to perform a micro-movement of horizontal rebound, a breath that reverses the vertical perspective.

Breath (a portrait) I and II are a homage to the great artist Bert Theis, also my teacher and friend. The two structures were built together with the workers of the recovered Rimaflow factory in Milan, with which Bert actively collaborated.

 

 Breath (un ritratto) N°1, ferro e gomma para, 2x1x0,80 m

 

 Breath (un ritratto) N°2, ferro laccato