Studi diagrammatici: una decostruzione costruttiva

Diagramma energetico, processo artistico che attraverso i territori che ho vissuto indaga le possibilità che nascono dall’ ibridazione  tra forma urbana, fotografia, disegno e tradizione tessile. Forme, queste, che si sono definite per somiglianza ed estensione dell’una sull’altra e parallelamente ad approfondimenti teorici nati da incontri occasionali, letture e materiale d’archivio multiforme.

Col desiderio di imprimere le tracce di questo percorso ho utilizzato il libro come strumento in cui si diramano pensieri, forme ed immagini che a loro volta danno vita a diagrammi di connessioni, tracciati visuali del processo di indagine.

libro

Il primo capitolo è una conversazione con Brian Holmes a cui si intrecciano note, citazioni ed immagini. La seconda parte contiene approfondimenti  legati agli strumenti  utilizzati nel mio progetto pratico con riferimenti alle tradizioni tessili delle Arpilleras, alla ricerca di studiosi come Giuliana Bruno e Fernand Deligny fino ad artisti come Nikolaus Gansterer, Ricardo Basbaum, Alighiero Boetti. Il terzo capitolo raccoglie il progetto di tesi che si è evoluto attraverso più fasi rizomatiche.

 Citando in breve il testo innanzitutto è da sottolineare che la mappa geografica organizza le informazioni in relazione ad un territorio fisico e insieme politico. Questa nozione di territorio può essere estesa includendo l’insieme delle relazioni che formano un assemblaggio sociale. Poichè legato alla sua rappresentazione, la mappa è stata oggetto di processi decostruttivi o costitutivi di nuove narrazioni fin dal Medioevo, dove si inizia a trasformare l’immaginario rappresentato attraverso l’inserimento di elementi pittorici, come i mostri intorno al mondo etico conosciuto. Nascono le mappe simboliche e non mancano le destinazioni utopiche di percorsi immaginari.

“Formalmente interessante è quando un’artista immette quella mappa verso qualcosa che ti permette di capire quali forze vi sono in gioco. Questo processo di mappatura va oltre la mappa su un pezzo di carta o uno schermo.”

Da qui è necessario sottolineare i significati dei termini spazio, luogo e territorio. Il primo è infinito, il secondo è indicato e definisce,  l’ultimo è abitato. Il territorio infatti è legato alle forme di vita e diventa luogo conosciuto grazie al nostro movimento che tende ad abitarlo. È interessante vedere la connessione tra territorio e deterritorializzazione, l’andare oltre i confini. Il processo di mappatura viene dopo come un supplemento che crea possibilità di nuovi territori.

<<L’arte non  ripete le cose visibili ma rende visibile>>. Paul klee

Il diagramma è quella figura che traccia delle corrispondenze tra gli elementi che lo costituiscono. I suoi segni non sono rappesentativi o significanti ma di significazione. Deleuze lo definirà macchina astratta, molteplicità spazio-temporale. Esso produce un movimento continuo di senso e forma poichè è intersociale e in divenire.

Rotterdam è la città da cui avvio la mia indagine. La mappa virtuale con cui cercavo di orientarmi non corrisponde spesso alla realtà, così ho iniziato ad individuare tutti i luoghi che non esistevano più o stavano cambiando. Attraverso la fotografia ho raccolto tale processo di mutazione, mappando pieni e vuoti, architetture e dettagli. Parallelamente ho realizzato una serie di 72 disegni per tracciare le forme attraverso uno sguardo più intimo. Il reperimento di materiali tessili dai cantieri della città e l’idea di sperimentare con questi mi hanno portato ad utilizzare i disegni come motivi da ricamo. Ho dunque lavorato strato su strato alla decostruzione delle forme raccolte ricamandole una sull’altra fino a creare un nuovo oggetto.

poster(interactive)

Serie di 72 disegni grafite su carta, 14 x 21 cm.

disegni

nel processo di stratificazione

Schermata 2013-01-08 a 21.58.42 prov cucito

stop-motion

72 ricami su tela, 25 x 33 cm

_MG_8316

Di seguito alcune immagini dell’installazione presso lo spazio Casabianca (BO) in occasione della mostra Cercare per mare e per terra.

2_MG_00823

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

w

Connecting to %s